La Torta Pasqualina | Ricette Zeneixi

 
Gabriele Rastaldo
Seguimi su:

Gabriele Rastaldo

Fondatore della pagina Facebook Il Mugugno Genovese
Autore e Fondatore del sito www.ilmugugnogenovese.it
Gabriele Rastaldo
Seguimi su:

Latest posts by Gabriele Rastaldo (see all)

La Torta Pasqualina

Ricorda di votare la ricetta da 1 a 5 stelle, in cima all’articolo! Grassie!

Eccoci alla Pasqualina. Si tratta di una delle specialità più tradizionali, un autentico Genovesità. Quindi, GialloZafferanno e altre bausciate, sedetevi e leggete con attenzione, che mi son rotto o belin di legger ricette con spinaci e altre abomini simili a rovinar la vera tradizione.

Ah, belin dimenticavo! Prima di iniziare, concedetemelo: qui sotto, se vuoi, puoi contribuire anche tu al pagamento del dominio annuale del Mugugno Genovese! Siccome non abbiamo sponsor e siamo troppo “scomodi” perché qualcuno si interessi al nostro sito, abbiamo pensato di aprire una finestra di questo tipo per chi volesse supportarci 🙂

Ricetta della Nonna e, in fondo, ricetta dalla Vera Cuciniera Genovese!

Ingredienti:

Per il ripieno.

  • 1 cipolla
  • 1 kg di bietole (da tradizione) / per chi preferisce carciofi
  • 6 uova
  • Maggiorana e aglio tritati q.b
  • 70 gr parmigiano grattugiato
  • 0,5 kg di ricotta
  • Sale
  • Burro

Per l’impasto.

  • 3hg di farina 00
  • 3 cucchiaiate olio extravergine
  • Acqua
  • Sale

Cosse da fæ:

  • Versare sulla madia la farina
  • Aggiungere olio ed acqua q.b
  • Impastare fino ad ottenere una pasta elastica
  • Dividere in due panetti ed ungerli con poco olio
  • Lasciarli riposare coperti
  • Preparare il ripieno
  • Tagliare a filetti sottili le bietole lavate
  • Affettare finemente la cipolla
  • In un tegame versare poco olio
  • Stufare la cipolle con le bietole
  • Lasciare raffreddare
  • In una terrina unire le bietole e le cipolle fredde con ricotta, due uova, maggiorana e aglio tritati, parmigiano e sale q.b
  • Stendere il più sottile possibile un panetto di pasta
  • In un tegame rotondo da 24 cm di diametro, unto, adagiare la sfoglia e riempire con il ripieno preparato
  • Scavare 4 buchi nel ripieno appena messo ad uguale distanza fra loro
  • In ogni buco sgusciare un uovo
  • Su ogni tuorlo un pizzico di sale ed un ciuffetto di burro
  • Stendere l’altro panetto di pasta ugualmente sottile
  • Adagiarlo sul tegame e rimboccare i bordi lasciandone aperto un piccolo lembo per soffiare dentro aria così da gonfiare la sfoglia
  • Rimboccare la pasta
  • Ungere la superficie con un filo d’olio
  • Mettere in forno a 180° gradi per circa 30 minuti
  • A cottura ultimata, togliere dal forno e versare un filo d’olio sulla torta (aiuterà il formarsi dell’increspatura tipica)
  • Lasciare raffreddare e sformare la torta.

Ed ora qui di seguito la ricetta direttamente dalla Vera Cuciniera Ligure ottocentesca di casa mia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*