Foresti: Vi spieghiamo perché ci state sulle balle…

 
Gabriele Rastaldo
Seguimi su:

Gabriele Rastaldo

Fondatore della pagina Facebook Il Mugugno Genovese
Autore e Fondatore del sito www.ilmugugnogenovese.it
Gabriele Rastaldo
Seguimi su:

“Foresti, vi odiamo?” – NO, vi spieghiamo tutto…

Prendi queste righe con ironia, ma neanche troppa! 🙂
Leggitelo tutto, prima di tirar le somme e ricorda di votare con le stelline (da 1 a 5) qui, in cima! Grazie!

Sempre più spesso mi arrivano domande del tipo: “perché ci odiate?” / “capisco tutto, ma perché continuate a prenderci in giro?” / “come mai non vi vanno bene i turisti?”

Non odiamo nessuno, bensì ce ne battiamo il belino di tutto… e per davvero.

Chi dice che odiamo tutti i turisti, o pensa che non ne vorremmo in giro dalle nostre parti, probabilmente crede anche che Emilio Fede conduca ancora il Tg4 e che l’URSS parteciperà ai prossimi mondiali.

Aggiornatevi ‘nattimo!

VI SVELO UN SEGRETO! Siamo orgogliosi se vediamo turisti in città. Siamo orgogliosi di dare indicazioni o di poter aiutare qualche forestiero a raggiunger un luogo specifico. Critichiamo talmente tanto la nostra Liguria che quasi dimentichiamo quanto sia realmente bella… Dunque la visione di un turista CI PIACE!

Non ve lo diremo mai, ma in testa pensiamo: “Allora se sei qua ti piace eh! Beline!”.
Si, perché una botta di “beline” sul finale, ve la meriterete sempre.

Seh vabbe! Tutto rose e fiori. Qui o il Mugugno Genovese s’è inscemelito de colpo, oppure sta tramando qualcosa!” Penserà chi mi segue da un po’…  E non vi sbagliate.

Dove sta il problema? È tutto nel “TDM”, acronimo di TuristaDiMerda. (Che purtroppo, nei tempi recenti, aumenta a dismisura). Il TDM è in giro per tutto il mondo, non solo in Liguria, sia chiaro. Atteggiamento spavaldo, continui confronti alla sua “patria” e frasi denigratorie per tutto ciò che non è “casa sua”. Spesso molto esigente e poco incline all’educazione.

Grazie al nostro caratterino testardo e acido, tendiamo ad inquadrarlo subito e bullizzarlo 🙂 Creando, poi, questa diceria che ci definisce scortesi e chiusi.

Eh certo! Se il tutto vi viene raccontato dal TDM, per forza vi riferirà in negativo la sua esperienza, senza però spiegare il motivo reale di questo trattamento“… diremmo noi.

“Qui non sei, che so’ io : in Toscana. Qui, sei ci stai sul belino, te lo diciamo subito e chiaro, bella gioia!”

  • cit un Classico V.E.L.

Tutto questo perché?

Tendenzialmente, il TdM arriva dalle città del Nord, più grandi e popolose di Genova, dunque si crede su un piedistallo più in alto, o almeno questa è l’impressione che da. Continua a paragonarti qualsiasi cosa con quello che c’è “da lui” o dalle altri parti che ha visitato. Il problema sta nel fatto che, quasi sempre, non ha capito come ragiona il nostro cervello.

E allora lasciate che provi a spiegarglielo un attimo; mentre Lui (TdM) inizia questi suoi monologhi da recensore affermato, la nostra meninge riesce solo a pensare una delle seguenti frasi: “perché sei qua allora?” / “vattene” / ” Che schifo d’accento…” / ” Ma quanto parla?” / “perché fffiga ogni parola? Cosa ci sarà di figo?” / “Chissà se ho buttato la rumenta di ieri?” / “Bisagno, prenditelo, ora. Un’onda assassina e poi torna a dormire“.

Al Ligure PIACE il Turista, eh sì, ma non in tutte le sue categorie!

Ama quello che sa farsi i cazzi suoi, quello incuriosito, ma cortese. Invece, quelli che sbragiano, quelli con un ego più grande della loro macchina, quelli che “ahh da noi è Così e Colà “, vorrebbe tutti impacchettarli e spedirli sulla prima zattera abusiva per qualche continente sperduto!

Ovviamente, poi, ci sono le eccezioni e gli “estremi” anche in questo caso. Chi vi odia a prescindere, chi invece è “toscano dentro” ed è più accogliente della media. Di fatto, questo è solo un breve articolo, scritto alla leggera, per inquadrarvi la “diceria popolare” sulla nostra accoglienza e per farsi una risata insemme!

Penso di poter parlare per la maggior parte dei Genovesi. Affrontiamo la cosa passo passo, cosicché chiudiate la lettura di questo articolo dicendovi: “ah ma allora… dai che forse non sono così come pensavo, sti genovesi

Eccovi quindi la lista di cosa ODIAMO, clicca qui!
(ho diviso l’articolo in due pagine per farci qualche palanca in più, mica nescio!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*